Star Wars: Rogue One [Recensione Senza Spoiler]

Quando il 30 ottobre 2012 venne annunciata l’acquisizione da parte della Disney della LucasFilm, nonché l’intenzione di produrre una nuova trilogia di Star Wars, i fan si divisero tra chi affermava che l’avvento avrebbe portato una ventata d’aria fresca e i puristi, che non riuscivano ad accettare l’intromissione nel loro mondo.
Ma sono passati quattro anni e sono già usciti due film, The force Awakens e lo spin-off Rogue Onee diversi prodotti per l’animazione che vengono trasmessi nei canali della Disney, Clone Wars e Rebels.
Di certo hanno sfruttato al massimo il loro investimento fatto quattro anni fa, ma la qualità è rimasta intatta?
Star Wars: Rogue One è all’altezza con i precedenti della saga?

La trama, nella sua semplicità (ricordiamo che il target ormai è radicalmente cambiato), punta nel raccontare una storia del mondo di Star Wars. Sapete quello che doveva fare Peter Jackson con Lo Hobbit? Aveva una favola e doveva farci un filmino leggero per farci capire l’idea che Tolkien aveva di quella favola ; Bene, lui ci ha sparato sopra 3 film da 3 ore ciascuno.
L’esempio de “Lo Hobbit” è il migliore per farci capire cosa rappresenta Rogue One nell’ambiente Star Wars; si deve raccontare una storia ambientata nel loro mondo senza farci attorno altri capitoli.
E’ una trama originale?
Assolutamente no!

Sin dall’inizio verranno riproposti i soliti clichè del mondo Star Wars, che a molti potrebbe dare realmente fastidio. Diciamo che sul piano della trama, si lascia odiare come film.

La forza del film allora dove sta? Nel mostrarti personaggi realmente umani.


Puoi raccontare qualsiasi storia di scontri tra Sith e Jedi, ma raramente una storia di Ribelli può aver presa sul pubblico se è composta da persone come noi.
E chi non pensa che ci troviamo difronte ad un grande film, tra qualche anno, rivedendolo penserà, “cavolo ma in realtà volevano raccontarci una storia di cuore” cambiando la propria opinione. Ed è per questo che merita veramente ogni riconoscimento tra i migliori film di Star Wars, anche se si tratta semplicemente di uno spin-off.
Come non farsi prendere dalla protagonista Jyn, forte ragazza alla ricerca del padre interpretata in maniera sublime da Felicity Jones, al monaco cieco Chirrut Îmwe, che rappresenta il lato della forza nel film?

Posto d’onore tra i personaggi più belli va a K-2SO, droide dell’Impero riprogrammato dall’Alleanza: cosa lo rende diverso da ogni altro visto in Star Wars? Sotto molti aspetti ricorda l’uomo di latta del Mago di Oz: ha desideri, sogni e sopratutto un grande cuore.
Altro personaggio sinceramente da apprezzare è stato il direttore Krennic, a capo della costruzione della Morte Nera; siamo di parte perchè troviamo Ben Mendelsohn, un attore semplicemente eccezionale. Cosa rende personaggi come Orson migliori di quelli del passato? Il lato umano.
Esperimento che era già stato ampiamente collaudato in Kylo Ren con Star Wars VII: The Force Awakens

Promosso come film?
Per noi di ITECHNEWS.IT assolutamente si.
E’ una storia di Star Wars, e va considerata come tale. Per quanto la trama generale non spicca di certo per originalità il film va assolutamente premiato per averci inserito nel grande universo di George Lucas dei personaggi che ricorderemo ancora a lungo.

A voi è piaciuto?
Quale Star Wars preferite?

Avatar

Angelo Basile

Scrivo da anni per passione. I miei argomenti preferiti sono telefilm, cinema, sport, videogiochi e ovviamente tecnologia! (Sennò mi buttano fuori da Itechnews.it!) Studio EGIT (economia!!!) ,ma niente di serio, ed il Brasile è la mia seconda casa ormai :) Partecipate in molti ai nostri articoli.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: