Alp Watch: Orologio Meccanico che sfida l’Apple Watch

1

Apple ormai da quasi tre anni produce il proprio watch, all’inizio l’industria svizzera ha temuto il peggio, credendo finito ormai il tempo degli orologi meccanici.

Lo smartwatch è un dispositivo tecnologico che risponde ad diverse esigenze, molto diverse rispetto a quelle di chi sceglie un orologio meccanico o digitale.

Gioco logico è anche il dato di fatto che chi indossa uno smartwatch non indosserà contemporaneamente un orologio meccanico, e ciò ha creato un ovvio timore nei maestri orologiai svizzeri.

La risposta al fenomeno Apple Watch che si chiama Swiss Alp Watch Zzzz. In pratica si tratta di un orologio che ricalca il design di Apple Watch, ma interamente realizzato con componenti meccaniche.

Caratterizzato da una cassa in acciaio, una ghiera ed una meccanica interna di estrema precisione ed un comodo cinturino in pelle intercambiabile; quello che stupisce di questo gioiellino svizzero è sicuramente la scocca inferiore trasparente.

Questa infatti permette una visione dei meccanismi interni a dir poco suggestiva. Come si vede dalla foto, il contrasto tra i meccanismi metallici e dorati, rende davvero unico questo orologio.

Alp Watch sarà in vendita ad un prezzo altissimo e la produzione iniziale sarà solo di 20 esemplari.


Maggiori info sul sito del produttore : http://www.h-moser.com/en/news/05-2017

1

JailBreak Apple TV 4 generation: ecco come fare

1

Oggi vi andremo a spiegare come effettuare il JailBreak  Apple tv di quarta generazione con tvOS 10.1

Cosa ci serve:

  • Un Apple TV 4a generazione che monti  TVOS 10.0-10.1 .
  • Un cavetto USB-C con cui collegare Apple TV al vostro pc. (Windows, MAc o Linux)
  • Ovviamente occorrono anche l’app di LiberTV e Cydia impactor.

Operazioni Preliminari jailbreak Apple tv

1.  Iniziate scaricando Cydia Impactor

2.  Scaricate l’applicazione LiberTV.

3. Collegate la vostra Apple Tv al pc con il cavetto usb-c ed avviate cydia Impactor  assicurandovi che Cydia Impactor abbia rilevato la vostra Apple TV e quindi trascinate file ipa di LiberTV sulla finestra.

4.  L’applicazione vi richiederà Apple ID e la password associati al vostro account: digitateli in sicurezza. Se è attiva la verifica in due passaggi entrate in questa pagina, ed effettuate la richiesta di una password specifica per l’applicazione.

5.  Una volta installata l’app per il jailbreak, scollegate la vostra Apple TV dal computer e collegatela al televisore tramite HDMI.

6.  Lanciate l’applicazione liberTV.

7. Adesso dovrete selezionate le seguenti opzioni per aver un corretto funzionamente (immagine repertita in rete)

A questo punto il Jailbreak Apple Tv è terminato e potrete installare app da terminale ssh. Inoltre il jailbreak apple tv deve essere rifatto ogni volta che si scollega dalla rete elettrica.

N.B. La procedura potrebbe danneggiare la vostra apple tv quindi eseguitela a vostro rischio e pericolo

 

1

Peta all’attacco della Games WorkShop

La Peta, organizzazione che si batte sul rispetto degli animali, dopo la causa a favore dei Pokemon vogliono riprovarci con un altro buco nell’acqua; A farne le spese questa volta è la Games Worshop rea di maltrattare gli animali con la razza dei Lupi Siderali (Space Wolves) in Warhammer 40k.
L’organizzazione, che ultimamenta sta facendo molto parlare di se per le eccentriche battaglie, ha chiesto l’abolizione delle pellicce che i soldati usano e specificando in una lettera:

“Apprezziamo siano immaginari, ma i drappeggi sembrano repliche di animali morti e mandano il messaggio che indossare pellicce è accettabile – quando, in realtà, non lo è più nel 2017 e non lo sarebbe nell’anno 40,000”.

Sarebbe molto bello immaginarsi I Lupi Siderali incutere terrore con addosso dei piumoni puffosi.
Crediamo che la Peta dovrebbe fare battaglie molto più sensate e non privare a noi giocatori della nostra immaginazione perchè così rischiano di trasformarsi nell’ennesimo organo di censura.

Ecco come effettuare il jailbreak iOS 10.1.1 [GUIDA]

jailbreak ios 10.1.1

Da qualche giorno è disponibile il tool per effettuare il jailbreak ios 10.1.1.

Ecco cosa dovere fare (a vostro rischio e pericolo) per trasformare i vostri dispositivi in jailbroken:

Ovviamente saranno supportati i dispositivi 64bit: iPhone 6s/6s Plus, iPhone 7/7 Plus e iPad Pro con iOS 10.1.1 o versioni precedenti.

Cosa serve:

  1. Il file che permette di jailbrekkare il vostro dispositivo che si può scaricare da qui;
  2. Cydia Impactor che si può prendere da questo link;
  3. Un Apple ID;
  4. L’ultima versione di iTunes su Mac o PC Windows

Come procedere al jailbreak ios 10.1.1

Dopo essere sicuri di avere tutto l’occorente dei punti 1-4, seguite questa procedura per avviare il jailbreak di iOS 10:

  • Collegare iPhone o altro dispositivo ios al computer con il cavo USB/Lightning;
  • Effettua un bkup del tuo device tramite itunes;
  • Disabilitare il blocco del dispositivo con codice e Touch ID dal menù Impostazioni > Touch ID e Codice;
  • Disabilita anche la funzione “Trova il mio iPhone” da Impostazioni > iCloud > Trova il mio iPhone;
  • Avvia il programma Cydia Impactor;
  • Trascinare il file IPA (vedi punto 1) che serve per il jailbreak all’interno della finestra di Cydia Impactor;
  • Inserisci adesso l’Apple ID se Cydia Impactor lo richiede;
  • Far si che Cydia Impactor completi l’installazione del jailbreak sul tuo device;
  • Una volta installato, andare su Impostazioni > Generali > Profilo abilitando il profilo del file che hai appena installato;
  • Avviare la nuova IPA dalla schermata home
  • Attendere che il processo arrivo a conclusione in 10/15 secondi
  • L’icona Cydia appare sul dispositivo a segnare la conclusione del jailbreak

Essendo il jailbreak ios 10.1.1 untethered ricordo che si dovrà eseguirlo ad ogni riavvio del vostro device.

Ricordiamo che il jailbreak è una procedura particolarmente complessa e per certi versi pericolosa, quindi seguite questa guida solo se ritenete di saper metterci mano e a vostro rischio e pericolo.

3 nuovi modelli di iPhone per il 2017

Secondo alcuni rumors confermati anche da alcuni documenti e disegni tecnici apparsi sul web Apple si starebbe preparando al lancio di device con caratteristiche deltutto nuove. 


La Mela, a quanto pare, lancerà nel 2017 ben tre nuovi iPhone, tra cui una vatiante edge denominata “Ferrari”. Le sigle dei tre nuovi iPhone sarebbero D20, D21 e D22.


Tutto questo si ricollega quindi con alcune indiscrezioni trapelate sul web diversi mesi fa, in base alle quali Apple potrebbe presentare due versioni aggiornate di iPhone 7 e iPhone 7 Plus (probabilmente iPhone 7s e iPhone 7s Plus), e un nuova nuovissima versione high-end. 

In particolare per questo device si parla di display OLED borderless, tasto Home “invisibile”, ricarica wireless, e gpu superpotente. Sarà questa la versione “D22 Ferrari”???

“Ferrari” potrebbe avere un sostanziale re-design interno, in particolare la scheda logica dovrebbe essere divisa in due sezioni distinte collegate tra loro da un cavo flessibile.

Amazon mette le ali!

Siete stanchi di dover aspettare il corriere ogni giorno per il vostro ultimo acquisto? Nessun allarme!
Amazon ha la soluzione: un drone che vi consegnerà il pacco in un paio di minuti a casa vostra.
No, non è il futuro, ma la fase sperimentale del progetto Prime Air di Amazon avvenuta per la prima volta il 7 Dicembre a Cambridge.
Il primo test che consisteva dal click dell’acquisto alla ricezione del pacco; alla fine è stato cronometrato per un totale di 13 minuti totali di tempo impiegati per la consegna.
La prova che è avvenuta in un’area priva di ostacoli fisici e naturali si può vedere nel video qui sotto.
Dopo questa prima fase “beta”, si proverà con altri tentativi nel suolo inglese, americano, austriaco e israeliano.
Le consegne saranno totalmente automatica , come conferma il primo test, con l’operatore Amazon, incaricato solamente a caricare il pacco (che nel test aveva un limite di 2,2 kg)  da spedire con il drone.

 

Apple lancia AirPods

AirPods finalmente disponibili all’aquisto nello store on-line della casa di Cupertino.

Le tanto attese cuffie bluetooth made in Apple, dopo alcuni problemi di sincronia (almeno così si vociferava) sono state rilasciate attraverso l’app Apple Store al prezzo di 179€.

Le spedizioni inizieranno dal 20 dicembre e dovrebbero arrivare giusto giusto per essere messe sotto l’albero.

Una mossa commerciale da parte della mela che sembra davvero azzeccata, infatti si aspetta la fine delle scorte addirittura nelle prossime ore.

Stay tuned!!!

iPhone 7s Rosso

iphone 7s

Qualche rumors sui prossimi iPhone arrivano dal Paese del sol levante. Secondo il sito asiatico macotakara, Apple potrebbe lanciare iPhone 7s e iPhone 7s Plus nella nuova colorazione rossa.

Macotakara  va dunque contro corrente sostenendo che Apple nel 2017 lancerà un iPhone 7s ed un iPhone 7s Plus. Dal punto di vista del design saranno simili agli attuali, cambierà la componentistica interna e le caratteristiche del processore (più veloce), unico elemento distintivo sarà il nuovo colore rosso.

Samsung Galaxy S8 : il punto della situazione

samsung galaxy s8
Oggi vi parlo delle nuove indiscrezioni sul Samsung Galaxy S8 , che come ogni modello della serie s rappresenta lo smartphone di punta di casa sud coreana.
Quello che è certo è il Samsung Galaxy S8 sarà presentato durante Mobile World Congress di Barcellona che si terrà in febbraio.
Come novità i rumors ci segnalono che questo nuovo smartphone non avrà più il jack audio 3.5mm e il pulsante home fisico; dal punto di vista della risoluzione video, potrà contare su un display QHD Super AMOLED.
Secondo le indiscrezioni del fan site Sammobile, il jack audio 3.5mm sarà sostituito da una porta USB-C, alla quale potrete connettere delle cuffiette in High Resolution.Questa scelta ovviamene ricalca quella effettuata da Apple qualche mese addietro con la presentazione di iPhone 7. La scelta di rinuncia al vecchio jack 3.5mm dovrebbe consentire infatti al Samsung Galaxy S8 un minore spessore e maggiore spazio per una batteria più capiente.

Il pulsante home, abbiamo anticipato, sarà invece integrato direttamente sul display associato quindi al sensore di impronte digitali.