Samsung Galaxy s8 a tema Pirati dei Caraibi

Non è una nuova mossa quella di casa Samsung, ovvero trasformare i propri top gamma in oggetti più che unici brandizzandoli con i film che stanno per uscire in sala. Nel 2015 è avvenuto ai tempi di Iron Man e adesso si ripete con l’imminente uscita del quinto capitolo dei Pirati dei Caraibi. 


Il modello sembra un esclusiva per il mercato cinese ed uscirà intorno a giugno per 300 yuan ( 38,94 €) ma non sappiamo nulla di un mercato europeo e dei suoi prezzi.

Anche se non conosciamo una data di uscita per questo modello, di certo conosciamo la data, 24 maggio, in cui possiamo trovare Pirati dei Caraibi: La vendetta di Salazar al cinema.

Super Mario Run su Android?

L’idraulico italiano più famoso al mondo va di nome Mario, ed è nato dalla mente del game designer di Shigeru Miyamoto più di 30 anni fa, ma non smette mai di correre alla ricerca della propria principessa.
Super Mario Run , l’applicazione che è stata presentata durante la conferenza Apple, solamente dopo 24 ore è diventato un fenomeno a livello mondiale, anche se il suo costo di acquisto non è proprio accessibile: 9,99 € per i primi 4 livelli.
E per gli utenti Android non ci sarà possibilità di giocare a Mario?
In una recente intervista concessa a Bloomberg News, Reggie Fils-Aime di Nintendo of America ha confermato che Super Mario Run non sarà disponibile per Android prima di un generico 2017.

“Per poter sviluppare il gioco e renderlo così speciale, abbiamo dovuto concentrarci su una sola piattaforma, e abbiamo deciso di concentrarci su iOS, iPhone e iPad. 
In futuro arriverà su Android, ci siamo presi questo impegno ed è qualcosa che succederà nel 2017″

Samsung Galaxy S5

Ed eccoci a parlare del nuovo Samsung Galaxy S5, antagonista dell’iphone 5s, l’unico telefono al cardiopalma; ha un sensore per rilevare i battiti cardiaci (che poi parliamoci chiaro è una stronzata, su appstore ci sono tonnellate di app da anni che hanno questo compito. ma va bene lo stesso).

Samsung Galaxy s5

Adesso il mercato degli smartphone somiglia e a quello dei pc. Tanti nuovi modelli che si susseguono come delle pecore incolonnate, ma che alla fine non portano nessuna innovazione. Abbiamo infatti schermi un po’ grandi, un po’ più tondeggianti o squadrati, processori più potenti (ma che ceppa ce ne facciamo), fotocamere da qualche mpx in pù. Su cosa si fa concorrenza dunque??? Tranquilli faccio fatica anche io a capirlo ndr :/ .

Con il nuovo Samsung Galaxy S5 potrete tranquillamente farvi il bagno poichè risulta essere resistente ad acqua e polvere, ha un sensore per l’impronta digitale che serve a sbloccare il telefono (per maggiori informazioni vedi il post Iphone5s) ed un utilissimo sensore di battito cardiaco, con il quale quando il vostro fidanzatino molto somigliate a Justin Bieber vi manda il messaggino della buonanotte gli potrete rispondere che vi batte il cuore forte forte (che sono romanticone).  Pare che con questa bella cosa Samsung voglia puntare la “e-health”, la e l’utilità per la medicina digitale.

Ovviamente il Samsung Galaxy S5, va ad Android, si era fantasticato per tempo di un possibile abbandono di Android per un nuovo os chiamato Tizen.

Nota finale e caratteristiche:

L’uscita del Samsung S5 è prevista, nel nostro paese per l’11 di Aprile 2014 

Caratteristiche tecniche

  • Lettore impronte digitali, per sbloccare (vedi iphone5s per maggiori info).
  • Il sensore biometrico per la rilevazione del battito cardiaco-
  • Integrazione con braccialetto Gear Fit, che con le app per la salute, si propongono di aiutare la cura del corpo e della salute.
  • Display da 5.1 pollici super Amoled. (una figata)
  • Le sue dimensioni sono poco più grandi del S4 142.0 x 72.5 x 8.1mm.
  • Pesa 145g
  • La batteria ha una capacità di durata fino a quasi 24 ore in stand-by
  • Il processore: Qualcomm Snapdragon 800, con 2 gb di RAM.
  • Connettività Wi-Fi a / b / g / n e Bluettoh 4.0
  • La fotocamera vanta 16 megapixel ed è una ultra HD, ma fa un pò cagare perchè è visibilmente spaziosa
  • OS: Android 4.4.2 KitKat.

 

Nokia Lumia 1020

Nokia Lumia1020

Nokia Lumia 1020 rappresenta una tappa molto importante del lungo percorso evolutivo dei camera-phone Nokia.  Esso è dotato delle più recenti tecnologie “PureView” ed integra al suo interno i migliori ritrovati del settore: a partire da un sensore da 41 megapixel,  un sistema di stabilizzazione ottica, e le molte applicazioni che consentono di sfruttare in maniera ottimale la fotocamera. Nokia Lumia 1020 grazie a queste sue innovazioni risulta il modello di punta degli smartphone di fascia alta della gamma Lumia. Cameraphone, ma anche smartphone evoluto, con un potenziale notevole per tutti gli utenti che sono appassionati di fotografia, ma non solo.

Nokia Lumia1020
Nokia Lumia 1020

 

 Scheda Tecnica Nokia Lumia 1020

Display: 4,5 pollici HD+ OLED, 1280×768, 334 ppi

Processore: >Dual-core Qualcomm Snapdragon MSM8960 1,5GHz

Memoria: 2GB RAM

Capacità di archiviazione: 32GB

Fotocamera: Anteriore da 41 megapixel con OIS f/2.0, 6 lenti Zeiss, Flash Xenon, video 1080p 30fps; posteriore da 2 megapixel

Connettività: HSPA+, LTE, Wi-Fi, NFC, Bluetooth

Batteria: 2000 mAh con ricarica wireless Qi opzionale

Dimensioni:130.3 x 71.4 x 10.4 mm x 157,6 g

Caratteristiche tecniche

Le caratteristiche di questo device sono identiche (o quasi) a quelle del Nokia Lumia 925, ad eccezione per la fotocamera, e per le dimensioni che risultano essere poco inferiori al nokia lumia 920. Inoltre la casa finllandese lo ha accessoriato con l’ottima Nokia Camera Grip, una cover con presa ergonomica, bottone per gli scatti e supporto per il tripode.

Lo schermo sarà un OLED da 4,5 pollici con risoluzione di 1280 x 768 pixel dotato di Gorilla Glass 3 mentre il processore sarà uno Snapdragon dual-core da 1,5 GHz. Le sue dimensioni sono di 130,4 x 71,4 x 10,4 mm. e il peso è di 158 grammi.
Tra le altre cose troviamo la connettività HSPA, il Buetooth 3.0, il Wi-Fi a/b/g/n, la tecnologia NFC e l’antenna GPS. La memoria integrata sarà di 32 GB mentre la RAM di 2 GB. La batteria, agli ioni di litio, ha una capacità di 2000 mAh.

Il  prezzo si aggira da 499€ a 599€

Ecco Alcune offerte su Amazon.it

 

[amazon template=iframe image&asin=B00EZIN6A4][amazon template=iframe image&asin=B00EZIN6B8][amazon template=iframe image&asin=B00EZIN6BI]

 

 

Sensore Impronte digitali anche su dispositivi Android

iPhone-5S-sensore-impronte-digitaliApple  è stata la prima ad introdurre il sensore di impronte digitali Touch ID su uno smartphone, l’iphone 5s, una tecnologia che sicuramente sarà implementata in molti dispositivi futuri. Ecco perchè entro 6 mesi vedremo questi sensori di sicurezza anche sui device che montano Android.

Dopo due settimane dal lancio dell’iPhone 5S, la FIDO Alliance, guidata da PayPal e Lenovo, afferma che entro sei mesi anche i dispositivi Android di fascia alta monteranno un sensore di impronte digitali molto simile al Touch ID.

Parlando a USA Today, il presidente del gruppo Michael Barrett ha detto:

L’intenzione di FIDO è quella di permettere ai consumatori di avere accesso a servizi mobili che possono utilizzare in modo semplice, pur mantenendo una buona sicurezza. Tra sei mesi potrò scegliere tra gli ultimi modelli di device Android, i quali verranno dotati di un sensore biometrico capace di riconoscere le impronte digitali.

Ma i piani del FIDO vanno ben oltre la biometria (e Android). L’obiettivo è quello di sviluppare uno standard diffuso e aperto, che offre una vasta gamma di metodi di autenticazione per la massima praticità e sicurezza.

Molti guardano con diffidenza i sensori di impronte digitali, sopratutto dopo il datagate degli scorsi mesi, ovviamente quello che penso io è che il progresso deve andare avanti, e se fino ad adesso le case produttrici di smartphone si sono occupate di aumentare le prestazioni dei loro device, adesso danno un occhio anche alla sicurezza, in vista forse di far diventare più smart i loro prodotti, immaginate cosa al giorno d’oggi può fare un telefono: prenotare biglietti, accedere al tuo conto in banca ed ai dati della tua carta di credito. Se si aggiunge che questi gioiellini sono molto ambiti dai ladri, capirete che non ci sono soluzioni alternative davvero efficaci per evitare che con il furto del nostro device si creino danni ulteriori tramite l’utilizzo dei dati in esso allocati.

Tratto liberamente da ispazio.net